UN ANGOLO REMOTO DEL TIGRAI: IL MONASTERO DI GUNDA GUNDE

La visita all’antico Monastero è allo stesso tempo un’esperienza culturale, storica, spirituale e naturalistica. Ed anche una vacanza de-tech in un territorio aspro e remoto…


CENNI SUI LUOGHI

Questo angolo di Tigray, tutt’oggi ai margini dei principali circuiti turistici, offre al visitatore spaccati di vita quotidiana rurale ed autentica. La zona è abitata prevalentemente dalla popolazione Irob, piccolo gruppo etnico che vive nelle regioni settentrionali dell’Etiopia, contraddistinto da una cultura e tradizioni proprie. Rimasti isolati nel corso dei secoli essi hanno mantenuto una propria lingua, il Saho, e conservato antiche pratiche agricole attraverso l’utilizzo di terrazzamenti ed avvalendosi di ingegnosi sistemi d’irrigazione. Il tragitto è contraddistinto da panorami suggestivi, del tutto diversi da quelli che si possono ammirare altrove nella regione, caratterizzati da elevate catene montuose che precipitano a picco in profonde gole. I fiumi che qui vi scorrono alimentano ai propri margini verdi giardini d’arancio e bananeti, i cui frutti, famosi in tutta Etiopia, costituiscono una fonte di primaria importanza per l’economia del luogo.

In fondo al canyon dove scorre il fiume Gunda Gunde si erge, protetto dalle montagne, l’omonimo monastero ortodosso risalente al 14° secolo che comprende una delle più ampie collezioni di antichi manoscritti in lingua Ge’ez di Etiopia. Il complesso monastico tutt’oggi abitato da numerosi monaci emana un’intensa spiritualità la quale si diffonde da secoli in tutta la vallata.



PROGRAMMA DI MASSIMA

Va ricordato che a causa dei significativi dislivelli del tragitto l’escursione è consigliata solamente a persone allenate ed in buona salute.

1° GIORNO: Appuntamento al Gheralta Lodge; la guida terrà un briefing per le indicazioni di viaggio all’ora dell’aperitivo.

2° GIORNO: spostamento in auto a Geblen (2.700 s.l.m) e discesa al Monastero (859 m s.l.m.) con una sosta in una casa Irob, per pranzo e riposo nelle ore più calde, e nel pittoresco villaggio di Mekarabur. Campeggio in prossimità del Monastero.

3° GIORNO: in mattinata visita del Monastero e dintorni. Le donne potranno accedere alla vicina chiesa loro dedicata ed ammirare alcuni dei manoscritti più antichi che saranno portati fuori dai monaci. Sulla via di ritorno pranzo nell’aranceto e due ore di cammino in salita verso il panoramico paesino di Nayloweyti. Cena e pernottamento presso una famiglia Irob.

4° GIORNO: si riprende il cammino all’alba per giungere a Geblen dopo tre ore. Rientro in auto al Gheralta lodge.

Si prega di contattare il lodge per notizie più dettagliate sul programma, per segnalare esigenze particolari e richiedere preventivi:


bookingforprivates@gheraltalodgetigrai.com


Mobile: +251 (0) 988270623


Tel: +251 (0) 34 6670344



torna all'indice